Di tanto in tanto è bene fare una pausa nella nostra ricerca della felicità ed essere semplicemente felici.
(Guillame Apollinaire)

COSE BELLE NASCONO
Da qualche anno gestisco un gruppo FB segretissimo, dove si ritrovano tutti i partecipanti del mio corso on line: Raccontare per immagini.
Il gruppo piano piano cresce ed oggi siamo circa in 80.

Persone lontane per chilomentri ma vicine per passione.
Il gruppo è diventato nel tempo una piccola famiglia, forse aiutati dal numero esiguo o dal percosso fatto insieme, si è creata un’ intimità che spesso manca nei gruppi numerosi.

La mostra Bacilli di felicità” nasce dal desiderio di realizzare qualcosa insieme per il piacere di costruire qualcosa di bello.
Forse non perfetto ma fatto con impegno.

Tutto era nato con un diario di viaggio, da scambiarci e su cui disegnare.
Purtroppo il diario è andato perso, in un modo molto contemporaneo, la ragazza che ne era responsabile in quel momento, è svanita senza darci spiegazioni.
Mi ha sconvolto più questo modo di comportarsi che non la perdita del diario, che conteneva disegni originali … quindi di notevole valore.

Quando ho compreso che il diario non sarebbe riemerso e che la delusione era tanta nel gruppo, è nata l’idea della mostra.
Questa volta ho cambiato le regole, non volevo più disegni originali in viaggio!

Questa opzione che serviva a tutelare le opere ha messo in difficoltà molte partecipanti, poco abitituate a scansionare i disegni e lavorarli in photoshop.
Questa mostra per molte partecipanti è stato un piccolo corso di esperienza, perchè non tutte sono illustratrici, molte sono impegnate in altri lavori ma amano disegnare.

La mostra non è una mia creatura, è frutto di tanti tasselli  giunti da molte persone.
Un grazie in particolare a Stella Mongodi perchè è stato il mio braccio destro in questi mesi, nonchè curatrice del sito web dedicato alla mostra e ideatrice del titolo della mostra (pensato in un momento in cui mai avremmo potuto sapere cosa sarebbe accaduto).

Il filo rosso che conduce questi disegni è: la bellezza nel quotidiano, piccole o grandi cose che illuminano le nostre vite.  Una bellezza che dà fiducia nel futuro.
Nella difficoltà di questo tempo che prosciuga energia e speranze, scavare a mani nude per recuperare piccoli granelli di sabbia poetici e bellissimi.

Si può disegnare il vento, il profumo dell’alba, un brivido sotto la pelle, il silenzio della quiete, un cuore palpitante, l’acqua gelida di un mare d’inverno?
Noi ci abbiamo provato!

La mostra era prevista, come prima tappa a Bari presso la libreria Svoltastorie, gli eventi però ci hanno costretto a cambiamenti repentini, conclusasi con la chiusura della libreria.
A quel punto potevamo far slittare l’apertura e far saltare l’evento.
.
Poi ho pensato che questo tempo và vissuto con molto adattamento.
Ho pensato che avrei allestito con lo spazio che avevo a disposizione: un terrazzo!  (peccatto che in questo momento dell’anno risulti spoglio)
.
Tutte le partecipanti alla mostra sono state contentissime dell’idea.
Perchè quando cominci un progetto vuoi vederlo concluso, vuoi che tutto il tempo trascorso per quel sogno, mostri i suoi frutti.

Ed ecco i frutti, puoi guardare il video che abbiamo realizzato e sbirciare il bellissimo sito web.
spero che Bacilli di Felicità ti piaccia, fammi sapere in un commento!

Espongono: 

Erica Borin, Silvia Caligari, Serena Capello, Lucia Cardillo, Noemi Collu, Micol Costa, Amelia Destradis, Laura Dezani, Annamaria Di Grassi, Alessandra Favarato, Marina Gilioli, Anna Maria Labianca, Nunzia Langella, Flavia Laurenti, Lucia Lodi, Eleonora Mancheva, Stella Mongodi, Ilaria Palma, Stefania Parolin, Francesca Quatraro, Sylvie Rousseau, Sara Savoldelli, Francesca Servidio, Cristina Tagliazucchi

Nota: l’ultimo grazie và ad Alessandro Frisina che sempre mi sostiene nelle mie pazzie e Nicola Serini che ha curato il video!