///2 – disegna con me | idee, ispirazioni, colpi di genio

2 – disegna con me | idee, ispirazioni, colpi di genio

“Prendi una buona idea e mantienila.
Inseguila, e lavoraci fino a quando non funziona bene.”
(Walt Disney)

Argomento della settimana: idee, ispirazioni e colpi di genio.
Bè ti dico subito che io colpi di genio né ho ben pochi!

Oggi il mio modo di approcciarmi ad un ideai, si è modificato dai miei inizi come illustratrice.
Da qualche anno guardo meno gli altri illustratori/illustratici, questo per evitare di fare scivoloni nel copiare qualcuno/a, scivoloni che ammetto spesso sono inevitabili quanto involontari.
Guardo invece molte fotografie, sia di fiori che di persone, bambini. Fotografie che possono ispirarmi o possono aiutarmi nel disegnare una posizione del corpo.

Facciamo un passo indietro: se hai letto il mio primo post ti ho mostrato le mie origini come disegnatrice; l’ho fatto per un motivo, far vedere le basi su cui mi poggio.
Perchè se non conosciamo almeno un pochino di anatomia, di prospettiva, ci risulterà molto più difficile muoverci sul foglio, fosse anche copiare una foto.
Una foto può aiutarci ma se non studiamo il corpo umano …non disegneremo mai bene un corpo.

(alcuni degli account che seguo su Instangram

Oltre che dalle foto, cerco ispirazione da quello che mi circonda, da quello che vedo nei documentari con mio figlio, da quello che leggo (ed io leggo parecchio) …. oppure gioco a  fare strane associazioni: per esempio la foto di una sardina e l’idea della mia amica che parte per parigi, diventa questa bimba sognante e pronta all’avventura.

formiche viste la sera, diventano bambini al mattino

 

la Perry parte per Parigi

Sicuramente associare più elementi ci permette di essere più originali e non copiare semplicemente una foto.
Ma siamo sicuri che basti?  Io penso di no.
Serve qualcosa che sia solo nostro.
Come quella spezia segreta che la nonna metteva nella minestra per renderla buonissima.

Chiudo il post rispondendo alla domanda che mi ha posto Donatella Soranna:
Quando al mattino disegni il bozzetto crei prima il disegno e poi ci colleghi ‘le bellissime frasi’ oppure il contrario?, parti dalle tue letture che ispirano il bozzetto?

Quasi sempre realizzo prima il disegno e poi collego la frase. E’ raro che abbia scelto prima la frase.
Ho un piccolo quaderno colorato, pieno di frasi bellissime, prese dai libri che leggo, dalle riveste, dagli account di poesia che seguo su Instangram.
E’ la mia riserva di pensieri belli.

Spesso amo scegliere frasi di autori che ho letto, in giovinezza. Spesso collego poesie lette qualche giorno prima.
Cerco di essere più onesta possibile perchè ora va molto di moda citare frasi … ma non leggere libri.
Io i libri li leggo, oppure spero di leggerli in futuro!

Concludo lasciandovi un piccolo esercizio di disegno: il binomio fantastico.
Date due parole tu cosa disegni?
BALENA + FRAGOLA

E ricorda: le idee sono attorno a noi, la difficoltà alcune volte è riconoscerle e metterle in armonia su di un foglio.

Forza, in cerca d’idee.
Aspetto il tuo disegno!

 

NOTA  A MARGINE: i suggerimenti da “massaia dell’illustrazione” di oggi, se vuoi avvicinarti al disegno:

  • studiare un pò di anatomia non guasta mai
  • disegna ogni giorno (questo forse l’avevo già detto, ma meglio sottolinearlo)
By |2018-12-01T10:05:13+00:00novembre 23rd, 2018|workshop|5 Comments

5 Comments

  1. Marina Gilioli 27 novembre 2018 at 16:19 - Reply

    Che dire Francesca…io leggo sempre i tuoi consigli con grande gioia e con il sorriso, perché mi infondi ogni volta fiducia, allegria e voglia di mettermi alla prova. Le tue parole e i tuoi suggerimenti attivano idee e immagini insolite e sono la spinta quotidiana (o quasi) per disegnare. Proprio stamattina ho dovuto prendere il treno per recarmi a Bologna, perciò armata di blocco schizzi e matita ho iniziato a disegnare… il soggetto ovvio: balena e fragola. Ti ho pensato, ho visualizzato i tuoi consigli e le indicazioni che ci hai dato durante il corso e qualcosa ha preso forma sul foglio, un’ illustrazione semplice e tremolante, ma fatta con gioia. Una sola domanda: come fai a disegnare in treno? Ogni scossone é una linea che prende strane direzioni ma nonostante ciò è stato una bella esperienza.
    Grazie per condividere con noi le tue “ricette” di massaia dell’illustrazione.

  2. Marinella 11 dicembre 2018 at 18:45 - Reply

    Cara Francesca, leggere i tuoi post è un bellissimo appuntamento. Mi piace la freschezza e semplicità con cui trasmetti la tua passione. Ho due curiosità, dici che sarebbe importante studiare anatomia, ma che consiglio daresti in merito? per un’autodidatta come me….. da dove inizio? L’altra curiosità….dove disegni? porti sempre con te un taccuino e poi ricopi i disegni da qualche altra parte? La tua esperienza è fonte di ispirazione. Grazie 🙂

    • Francesca 12 dicembre 2018 at 17:11 - Reply

      Ciao Marinella
      felice che la mia piccola rubrica di piaccia.
      Per lo studio dell’anatomia di direi di seguire qualche corso anche serale (se ne trovi dalle tue parti) oppure prendere qualche manuale
      Ti lascio anche questa breve intervista ad Ilaria Urbinati, secondo me bravissima, dove si parla proprio di anatomia.
      http://robadadisegnatori.com/2018/11/5-domande-sullanatomia-per-artisti-con-ilaria-urbinati/

      Per la seconda domanda, dove disegno?
      I bozzetti del mattino sono disegnati rigorosamente in treno. Poi ho il mio studio con Mac, scanner, tavolo luminoso e scrivania e GATTO!

  3. Alessandra 12 dicembre 2018 at 17:20 - Reply

    Ciao Francesca!!!! Qualche consiglio su libri di anatomia…per iniziare un po’?Grazieeeee

Leave A Comment

ISCRIZIONI APERTE

AL CORSO "RACCONTARE PER IMMAGINI"

POSTI LIMITATI

You have Successfully Subscribed!